Elettromagnetismo – Pagina 101 – Punto 2

DOMANDA (studente) – Ho un dubbio riguardo agli elettroni di conduzione. Mi chiedevo quando ad esempio collego una pila a un filo di rame, gli elettroni che si spostano, non sono quelli di conduzione che sono fissi all’interno del reticolo ma quelli forniti dalla pila… cioè quando collego una pila non ha niente a che vedere con l’energia di estrazione necesaria per far uscire gli elettroni dal proprio reticolo… in quanto le cariche della pila penso si muovano solo sulla superficie del filo.

RISPOSTA – Il funzionamento di una pila è in realtà abbastanza complicato. La corrente elettrica nel filo metallico è proprio un flusso di elettroni di conduzione (che non sono “fissi all’interno del reticolo”, come lei dice) dal polo negativo della pila (dove la pila cede elettroni al filo) verso il polo positivo (dove il filo cede elettroni alla pila).

DOMANDA – Dunque se prima di collegare la pila il mio materiale ha per esempio 2 elettroni di conduzione liberi per atomo, quando scollego la pila, e si interrompe il flusso di elettroni , il mio materiale tornerà in uno stato di equilibrio e avrà sempre 2 elettroni per atomo. È corretto? Domanda 2 : un’eventuale carica elettrostatica sulla superficie del filo, sarebbe influenzata dal flusso di elettroni di conduzione generati da una pila?

RISPOSTA sì alla prima domanda, e no alla seconda. Tenga presente che in un metallo gli elettroni di conduzione non sono proprietà privata di un singolo atomo, ma appartengono al reticolo nel suo complesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...